Progetti

academy

L’A.S.D. iDomina eSports è un’organizzazione che opera nello sport elettronico, puntando a supportare i giocatori più talentuosi e tentando di aiutarli a raggiungere il loro sogno di una carriera nel gaming. In quattro anni siamo arrivati ad avere più di 60 players attivi, racchiusi in una splendida famiglia che è andata a consolidarsi diventando ufficialmente una A.S.D nell’Agosto 2015, affiliata al GEC, l’ente di promozione sportiva riconosciuto dal CONI.
Nei primi mesi di vita, dal punto di vista dell’organizzazione, abbiamo posto le basi per l’organizzazione e la realizzazione di un’academy, inizialmente su CoD, espansasi attualmente anche su alcuni titolo per PC, come ad esempio League of Legends o Rocket League, il cui obiettivo è sempre stato quello di aiutare a crescere supportando adeguatamente giovani talenti. In linea con il principio dell’academy, vantiamo nel nostro roster diversi teams di CoD dal potenziale elevatissimo. Basti pensare inoltre che alcuni tra gli attuali player di CoD più rinomati, si sono affermati e son cresciuti attraverso la nostra academy. Il vantaggio di aver istituito questo progetto, inoltre, ci ha consentito di portare più di un singolo team a raggiungere traguardi differenti ed è proprio per questo che siamo stati in grado quest’anno (2016) di fare per ben due volte, un 1° ed un 2° posto ad un evento nazionale, come il Torino Comics ed il CoD LAN Event in collaborazione con Dexerto.IT e tutti e quattro i risultati sono stati raggiunti da teams differenti, a dimostrazione del fatto che l’accurata ricerca ci ha consentito di coltivare un ampia gamma di giovani talenti. Questo stesso progetto, iniziato e portato molto avanti sul titolo di CoD su console, è stato recentemente ampliato ai titoli sopracitati per permetterci di seguire da vicino quei giovani players con potenziale, motivati e poco affermati in maniera tale da accompagnarli nel loro percorso di sviluppo e di maturazione, andando a rappresentare il bacino di players di nuova generazione da cui attingere una volta terminato il processo di formazione. La presenza di figure competenti all’interno del nostro organico, ci permette, inoltre, di valutare con molta accuratezza e con un occhio critico quelli che sono i reali valori dei singoli videogiocatori che ci troviamo di fronte. Su Rocket League, ad esempio, questo progetto è seguito in prima linea dai players del nostro team principale, nonchè campione italiano in carica ed affermato da più di un paio d’anni e che di conseguenza sa molto bene quali sono le caratteristiche e le criticità che potrebbero insorgere durante questo percorso.

gamestime

Perfettamente in linea con questa nostra modalità operativa che supporta ed incentiva il giocatore emergente, abbiamo stretto nel mese di Ottobre 2016, un importante accordo di partnership (testimoniato al seguente LINK) con il franchising GamesTime, costituito da una catena di negozi dove bambini, ragazzi, famiglie e adulti appassionati di videogames possono acquistare, vendere, giocare e divertirsi in modo sano e sicuro. GamesTime, inoltre, organizza con una certa regolarità, nei suoi vari punti vendita dislocati in tutta Italia, una serie di tornei su vari titoli (CoD, FIFA, etc) grazie ai quali avremo la possibilità di visionare da vicino tutti i giovani player di buona prospettiva e soprattutto con tanta motivazione e voglia di raggiungere importanti risultati. Questa partnership rappresenta la prima vera e propria “Academy” fisica dell’eSports italiano, in quanto fornisce la possibilità di vedere fisicamente i giocatori all’opera come fosse uno scouting. Allo stesso tempo, questo progetto, permette ad un franchising ben affermato come GamesTime di far conoscere a tutte le persone, appassionate e non, questo mondo videoludico che va ben oltre il semplice gioco, ma nasconde dietro un vero e proprio network il cui obiettivo è quello di far crescere il mondo dello sport elettronico (eSports) in maniera tale da raggiungere Paesi in cui questo è già abbastanza sviluppato e affermato. Il nostro intento comune è far si, quindi, che i giocatori meritevoli, possano esser tutelati e soprattutto formati ed incentivati a proseguire nel loro percorso di formazione per arrivare a competere a livelli notevoli non solo all’interno del panorama nazionale, ma soprattutto in ambito internazionale.