Tutto pronto per il SummerMansion

Siamo ormai vicinissimi al week-end che vedrà i migliori giocatori della scena mondiale di Hearthstone fronteggiarsi al SummerMansion Summit. Nei giorni 1 e 2 luglio, Lifecoach ospiterà nella sua lussuosa villa in Austriauno dei Major più ambiti della scena competitiva di Hearthstone che, tra le altre cose, vede un ricco montepremi di ben 9000$.
Come vi avevamo precedentemente comunicato, tra i partecipanti figura anche il capitano del nostro team, Matteo “Matt” Canevali, che ha guadagnato la qualificazione vincendo l’Italian Cup lo scorso 11 giugno al Planet.
Non sarà l’unico rappresentante italiano, infatti proprio qualche giorno fa anche ElMachico si è aggiunto all’elenco dei qualificati vincendo il l’Online Qualifier sulla piattaforma StriveWire.
Si aggiungono alla spedizione italiana anche Okeie, nostro membro del team iDomina, e Vazh, grande amico di Matt. Sia Okeie che Vazh non parteciperanno al torneo ma saranno comunque ospiti di Lifecoach e daranno sicuramente un supporto morale, oltre che tecnico, al nostro Matt.

Poco prima di partire per l’Austria, Matt ha risposto ad alcune nostre domande.

  1. Cosa ne pensi del formato che verrà adottato?

Il formato è molto interessante, non ho mai giocato tornei che prevedessero un conquest BO7 self-ban, sarà sicuramente diverso l’approccio alla sfida rispetto a un conquest normale, in quanto si potrà aggirare la classica strategia di target a un mazzo auto-bannandoselo.

  1. Girone di ferro, sfiderai Evangelion, Powder e Pavel, campione del mondo in carica. Quali sono le tue sensazioni a riguardo?

Sapevo che comunque fossero andati i sorteggi avrei affrontato player fortissimi, quindi tutti i gironi sarebbero stati difficili. Il mio sembrerebbe più complicato di altri, ma non mi lascerò condizionare da ciò. Non vedo l’ora di sfidare il campione del mondo e magari batterlo!

  1. Visibilità internazionale, quanto significa questo per un giocatore di HS?

Per un giocatore come me, la visibilità internazionale è importantissima. Ho iniziato il competitivo un anno fa, negli ultimi 12 mesi mi sono fatto conoscere prima a livello locale e ora a livello nazionale. Sono pronto per lo step successivo, l’obiettivo è portare in Austria uno stile di gioco solido per farmi conoscere nel migliore dei modi dai pro player internazionali e dal pubblico mondiale.

  1. Che preparazione hai seguito per affrontare al meglio questo prestigioso evento?

Mi sono allenato molto con i miei compagni di test abituali e con El Machico, appena abbiamo saputo che mi avrebbe raggiunto in questa fantastica competizione. Ci siamo concentrati molto sulla line up, cercando di renderla più solida possibile.

  1. I giocatori italiani si stanno spingendo sempre più verso le competizioni internazionali. Pensi che questo possa essere utile all’intera community italiana?

Questo è un aspetto fondamentale per la crescita della community in Italia, abbiamo bisogno di puntare a palcoscenici sempre più importanti per portare la bandiera italiana nel posto che merita, cioè sopra tutte le altre.

  1. Affronterai questo evento insieme a un altro italiano, ElMachico. Inoltre avrai la compagnia di Okeie, tuo compagno di squadra, e del tuo amico Vazh. Pensi che il loro supporto possa essere un valore aggiunto per te?

Sicuramente avere al mio fianco due tra i miei migliori amici e compagni di avventure da un anno a questa parte sarà molto importante. Sono felicissimo che le due persone che ho scelto a maggio 2016 come compagni di team siano cresciuti con me fino a vincere questo viaggio, significa che abbiamo fatto un ottimo lavoro negli ultimi 12 mesi. In quanto a ElMachico, vederlo in finale al torneo di qualificazione online è stata una gioia immensa, abbiamo il secondo rappresentante italiano nella villa di Lifecoach, cosa vogliamo di più?

Non perdete l’appuntamento di questo week-end, i giochi avranno inizio sabato 1 luglio alle ore 10:30.L’intero evento verrà trasmetto in streaming sulla piattaforma Twitch. Ci attenderanno tante ore di Hearthstone e ci auguriamo anche tante emozioni per la community italiana.

Forza Matt, siamo tutti con te!

Articolo a cura di Daniele “AidenTrubel” Di Maggio.